donne-imprenditrici-festa-della-donna-2018-8-marzo

Festa della Donna 2018: una breve analisi su Donne e Tecnologia

La Festa della Donna nel 2018 è Tech!

Istituita ufficialmente in questa data nel 1921 a Mosca – in ricordo della manifestazione contro lo zarismo delle donne di San Pietroburgo – la celebrazione della donna viene spesso erroneamente associata ad un triste episodio secondo cui alcune operaie americane persero la vita nell’incendio della fabbrica in cui erano rinchiuse.

Falsi storici a parte – tra personalità di spicco, divari retributivi e professioni del futuro – in questa giornata vogliamo celebrare le donne attraverso una breve analisi a tutto tech.

Festa della Donna 2018: chi sono le donne “tech” più influenti?

Festa-della-Donna-2018-donne-tech-influencer

Mai come oggi il ruolo della donna sta subendo dei cambiamenti epocali, che non sono tuttavia ancora sufficienti per il raggiungimento della parità dei sessi, soprattutto nel mondo del lavoro. In un comparto come quello tecnologico, caratterizzato da una forte predominanza di genere, la distanza cresce ulteriormente se consideriamo i ruoli dirigenziali. Nel luglio 2017 soltanto 7 esponenti donna comparivano nella classifica delle “52 most powerful people in tech” di Business Insider, dato che conferma un evidente divario di genere legato a stereotipi ancora molto radicati. Di seguito le personalità femminili più influenti del mondo tech secondo Business Insider:

  • No. 5: Diane Greene, SVP di Google Cloud, Google
  • No. 12: Ginni Rometty, CEO, IBM
  • No. 14: Safra Catz, co-CEO, Oracle
  • No. 17: Meg Whitman, CEO di Hewlett P rprise e chairwoman di HP
  • No. 37: Jayshree Ullal, CEO, Arista Networks
  • No. 47: Bridget van Kralingen, SVP di Industry Platforms, IBM
  • No. 48: Jacqueline Reses, capital lead e people lead, Square

 

Festa della Donna 2018:  mondo del lavoro al femminile e retribuzioni.

Festa-della-Donna-2018-retribuzioni

Le Nazioni Unite affermano che nel mondo le donne guadagnano in media il 23% in meno degli uomini, stimando che per ogni euro guadagnato da un uomo, una donna ne guadagni poco più del 70%. Stiamo assistendo, di fatto, al «più grande furto della storia». Secondo i dati raccolti dall’organizzazione, non vi sono distinzioni di aree, comparti, età o qualifiche. Anuradha Seth, consigliere delle Nazioni Unite, afferma che «Non esiste un solo paese, né un solo settore in cui le donne abbiano gli stessi stipendi degli uomini».

Tale divario nella retribuzione non può essere attribuito a poche specifiche cause, ma è dovuto di fatto al verificarsi congiunto di una molteplicità di fattori. Sottovalutazione del lavoro delle donne, mancata remunerazione del lavoro domestico, insieme ad una minore partecipazione al mercato del lavoro ed al livello di qualifiche assunte oltre a casi di discriminazione più o meno evidenti. Le donne guadagnano meno perché lavorano meno ore, operano in settori a basso reddito o sono meno rappresentate nei livelli più alti delle aziende. Ma anche, semplicemente, perché ricevono in media salari più bassi rispetto ai loro colleghi maschi per lo svolgimento delle medesime mansioni lavorative.

Festa della Donna 2018: le professioni del futuro.

Festa-della-Donna-2018-professioni-del-futuro

Sono in tutto otto le professioni Ict identificate nella ricerca “Donne e digital transformation: binomio vincente”. La ricerca, voluta nel 2017 da Ca Technologies, indaga i punti di forza e di fragilità dell’universo femminile nell’ambito delle professioni tecnico-scientifiche e scolastiche.

A venirne fuori è un quadro abbastanza preciso, in cui a garantire migliori opportunità di lavoro in tutti i settori di mercato saranno otto figure professionali con riferimenti concreti alla digitalizzazione:

  • Data Protection Officer
  • Digital Information Officer
  • Cyber Security Expert
  • Big Data Engineer
  • Mobile Application Developer
  • Data Scientist
  • Esperto in Metodologie Agile
  • Internet of Things Expert.

Edesia crede nella forza delle donne che hanno scelto di mettersi in gioco e cercano di azzerare il gap del genere. Per questo in occasione dell’8 Marzo offriamo consulenza gratuita a tutte le imprenditrici che vogliono creare o potenziare il loro business. Contattaci al 095.7258019 oppure scrivici in chat o via email – info@edesia.eu.

 

Nessun Commento

Inserisci un Commento

Continuando a navigare in questo sito accetto la normativa sull'utilizzo dei cookie Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi