resto-al-sud-punteggio-minimo

Resto al Sud: il punteggio minimo per ottenere gli incentivi

Con la nuova legge di bilancio 2018 è nata l’iniziativa Resto Al Sud, la manovra messa in atto dal governo per incrementare la nascita di piccole e medie imprese nel Sud Italia. Possono partecipare tutti i giovani dai 18 ai 35 anni residenti nelle regioni Abruzzo. Basilicata. Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sicilia e Sardegna.

I futuri imprenditori potranno richiedere fino a 200mila euro di cui il 35% a fondo perduto e il restante 65% con la formula del finanziamento a tasso zero. Nell’articolo  “Resto al Sud incentivi per giovani imprenditori: requisiti e modalità” abbiamo elencato tutti i soggetti che hanno diritto a usufruire dell’incentivo giovani ma aderire alla domanda sul portale ufficiale non è una garanzia. Infatti, come descritto nella circolare attuativa n. 000033, si dovrà sostenere un colloquio per verificare il possesso delle competenze e ottenere un punteggio minimo di 12

I criteri dell’attribuzione del punteggio minimo per gli incentivi Resto Al Sud

  • Adeguatezza e coerenza delle competenze possedute dai soci rispetto alle specifiche attività prevista dal progetto imprenditoriale anche con riguardo a titoli e certificazioni possedute; (valutazione massima 8 punti)
  • capacità dell’iniziativa di presidiare gli aspetti del processo tecnico-produttivo e organizzativo;  (valutazione massima 2 punti)
  • potenzialità del mercato di riferimento, vantaggio competitivo dell’iniziativa e relative strategie di marketing;  (valutazione massima 4 punti)
  • sostenibilità tecnico-economica dell’iniziativa, con particolare riferimento all’equilibrio economico, nonché alla pertinenza e coerenza del programma di spesa;  (valutazione massima 6 punti)
  • verifica della sussistenza dei requisiti per concedibilità della garanzia del Fondo centrale per le PMI. (Semplicemente se SI o NO)

resto-al-sud-punteggio-minimo

In fase di colloquio quindi sarà fondamentale avere le idee chiare per ottenere almeno 12 punti e accedere ai fondi Resto al Sud. Sapere a quali servizi digitali dirigere i fondi è tra le cose che il giovane imprenditore deve conoscere, i finanziamenti possono essere usati per l’acquisto di programmi informatici e servizi per le tecnologie, informazione e la telecomunicazione. 

Edesia fa in modo di ammortizzare i costi dell’IT, aiutando le nuove imprese con servizi di server, datacenter e tante soluzioni in cloud come i software gestionali. Quest’ultimi permettono di agevolare l’organizzazione del lavoro mantenendo un costo molto più basso rispetto ai gestionali tradizionali. 

È possibile richiedere una consulenza gratuita per scoprire insieme ai giovani imprenditori come risparmiare fino all’80% e ottenere il punteggio minimo per l’assegnazione dei fondi. Contattaci via chat, email (info@edesia.eu) oppure chiama al 095.7258019

Nessun Commento

Inserisci un Commento

Continuando a navigare in questo sito accetto la normativa sull'utilizzo dei cookie Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi